STATUTO

CHI SIAMO

MUSICA

MUSICOTERAPIA

DANZA / TEATRO

DANZAMOVIMENTOTERAPIA

PSICOLOGIA/PSICOTERAPIA

MANIPOLAZIONE CORPOREA


STRETCHING SHIATSU

LINK

CONTATTI

ATTIVITA', FOTOGRAFIE, LIBRI ETC



 Danza come espressione creativa,

come movimento libero,

ricerca di armonia, ma anche di senso.






La DanzaMovimentoTerapia


La DanzaMovimentoTerapia (dmt) è una modalità di intervento sempre

più diffusa in numerosi campi della salute e del benessere.


Si declina in differenti modelli teorici e comprende moltissime modalità di applicazione;

si rivolge a molteplici contesti, dalla psicopatologia alla disabilità, dalla formazione

alla ricerca del benessere e alla crescita personale.


La dmt crea un setting nel quale il movimento, guidato o spontaneo,

assume una valenza trasformativa.


La dmt, come disciplina, viene a definire un campo di interesse che comprende

le potenzialità terapeutiche della danza, le sue radici artistiche, il processo creativo,

il linguaggio non verbale, la relazione d’aiuto, la dimensione gruppale,…


Non si definisce tanto in un insieme di specifiche tecniche,


quanto in un approccio all’individuo e al gruppo.






In Italia sono rappresentati diversi

modelli ed orientamenti di dmt,

sostenuti
dalle scuole di

formazione, alcune delle
quali

condividono parte degli elementi

di
base. La fondamentale unità

della disciplina è
stata sottolineata

in Italia dalla creazione
nel 1997

della
Associazione Professionale

Italiana Danzamovimentoterapia (APID).




“La danza movimento terapia è una modalità specifica di trattamento di una pluralità

di manifestazioni della patologia psichica,
somatica e relazionale, ma anche una suggestiva

possibilità di positiva ricerca del
benessere e di evoluzione personale. “

(dal sito www.apid.it)




La danza è accolta e stimolata come esperienza del piacere

del movimento, come espressione creativa dotata

di senso,
come occasione di ascolto di sé,

non come prestazione
atletica o

esibizione rivolta ad un

pubblico.


















La dmt promuove,


sostiene e rafforza

le componenti

creative

ed espressive


necessarie alla vita umana.









La partecipazione a modalità e

tecniche creative può divenire

un momento importante

nel processo di crescita

ed individuazione.









Danzare in dmt diventa una metafora concreta del proprio processo di crescita.




La dmt favorisce la

consapevolezza corporea,

della postura, delle stereotipie,

dei propri confini e limiti,

ne permette la comprensione

e mobilizzazione, aprendo la strada

a nuovi modi di muoversi, di percepire.







La dmt può operare, infatti, sia sull’affinamento delle funzioni psicomotorie

sia sul valore semantico e simbolico del movimento corporeo,

sia sul piacere funzionale del movimento sia sull’identità.



Corpo, movimento e

processo creativo

connotano e

differenziano

nettamente la dmt da

altre pratiche,  in

quanto non vengono

semplicemente compresi nel processo

terapeutico (educativo, riabilitativo, …),

ma costituiscono il linguaggio, il codice espressivo di comunicazione nel setting.




  “Per Danza Movimento Terapia deve intendersi e definirsi sostanzialmente non solo

la danza ma anche l’uso del movimento quale matrice espressiva comunicativa di

stati interiori e quale possibilità di trasformazione psichica all’interno di

un processo curativo mediante una relazione terapeutica.

Non solo danza, dunque, ma soprattutto spontaneo movimento come parte integrante

del processo creativo artistico che coniuga l’energia cinetica del corpo con

l’esperienza spirituale ed emotiva di chi le compie.”


(J. Chodorow , Danzaterapia e psicologia del profondo, red edizioni, 1991]



 


per saperne di più… (cliccate qui)








...IN  PRATICA...




Essenzialmente si accede al movimento spontaneo. Questo, a seconda del contesto,

della persona o del gruppo, può essere l’obiettivo di un lungo lavoro di

avvicinamento in cui vengono proposte attività strutturate e guidate oppure

lo spunto per l’esplorazione dei contenuti del mondo interno.

Le attività spaziano da esercizi di movimento guidato al gioco con oggetti,

dal contatto all’improvvisazione, dal disegno alla condivisione verbale,

il tutto costantemente unito dal panorama immaginale che si costituisce nel gruppo.






A seconda delle richieste, delle necessità e delle condizioni vengono attuati percorsi individuali,

laboratori su specifiche tematiche, percorsi di sensibilizzazione o gruppi clinici.



Nei percorsi di sensibilizzazione gli incontri, della durata di un'ora e mezza, propongono

esperienze di DanzaMovimentoTerapia che creano nel tempo un filo

che unisce il piacere della riscoperta del corpo proprio e altrui alla

ricchezza delle immagini interne, creando un percorso di riflessione

e comprensione che prevede momenti di condivisione.